Matteucci Lionello

Matteucci Lionello

Biografia di Lionello Matteucci "Lioma"

Nato nel 1950, vivo e lavoro nella splendida citta' di Verona.
La mia prima opera con materiali di recupero e' del 1965, per un concorso scolastico.
Ammiratore della Pop Art, di Enrico Baj, del Futurismo.
La frequentazione di alcuni artisti per periodi piu' o meno lunghi, arricchi' il mio bagaglio di conoscenze ; voglio ricordare fra tutti  Carlo Sessa che mi insegno' i rudimenti della scultura  lignea  e Claudio Ciancia carissimo vulcanico  amico nel cui studio di Milano si parlava di radon e frattali tra vino , pane e salami.
Ho sempre creato, nel poco tempo a disposizione, opere utilizzando materiali di scarto; opere che ho sempre regalato ad amici.  Mi e' sempre piaciuto far rivivere vecchi inutili oggetti creandone opere decorative. Libero dal lavoro posso da qualche tempo dare libero sfogo ai miei istinti creativi.
L' utilizzo frequente di sabbie, resine, polveri di varia natura, limature di metalli, a volte mischiati fra loro e fissati con collanti e gel , secondo tecniche studiate e sperimentate nel tempo, sono una caratteristica di molti miei lavori .
Elettrodomestici, apparecchi hi-fi,  rifiuti del fabbro, del falegname, del meccanico, vetri raccolti o scavati a Murano, orologi, vecchie radio, specchi, pezzi di mobili, chiavi, posate, scatole, tappi,ferramenta di varia provenienza,pietre, sono solo alcuni dei materiali che utilizzo nei miei lavori.
Ferramenta e componenti elettrici, sono sempre nuovi , onde evitare ruggini e problemi di sicurezza. Tutti i circuiti elettrici sono dotati di messa a terra.
Ove possibile i colori sono ad acqua ed ecologici, in gran parte scarti od esuberi di un colorificio amico.
Tutte le opere sono in esemplare unico, firmate e fornite con certificato di origine.

DICONO DI ME.
Tutta la produzione artistica di Lionello Matteucci e' caratterizzata dall' utilizzo di materiali di riciclo : attraverso un attento processo di ricerca e selezione dei pezzi da utilizzare crea delle opere estremamente varie e raffinate.
Grazie ad una grande fantasia assembla e costruisce dei lavori molto originali, dove ogni componente ed ogni dettaglio non sta al caso ma segue un preciso pensiero compositivo :l' attenzione non e' volta solo alla forma finale ma anche alla cromia e alla componente dei materiali, in modo da arrivare ad un risultato vivace e realistico.
Grazie a degli studiati meccanismi magnetici , molti dei suoi lavori diventano interattivi e coinvolgono il pubblico in processi di smontaggio e trasformazione.
Una parte della sua produzione ruota attorno ad una storia immaginata, ambientata nel futuro dove i personaggi e le creature da lui creati diventano protagonisti di avventure ed episodi fantastici.
Una buona capacita' manuale gli permette inoltre di creare pezzi piu' vicino all' artigianato , con una precisa funzione come ad esempio lampade , specchi, e piatti originali.

UNA VISITA A LIOMA.
recensione di Raffaele Valbusa
Fare visita a Lionello significa addentrarsi in un mondo a parte, a metà tra lo sgabuzzino di un trovarobe patologico e la bottega di un geniale artista visionario.
Già all'ingresso ci si imbatte in innumerevoli oggetti accantonati per un futuro uso.
Entrando, si apre una porta sulla fantasìa più sfrenata.
A parte un esiguo spazio per muoversi con cautela, tutto il resto è occupato da decine di creazioni di ogni genere e scaffali e cassetti contenenti altre scorte di materiali.
Tutte le opere, infatti, sono realizzate riutilizzando, si può dire reinventando ed assemblando le cose più disparate, dalle comuni posate ai meccanismi di elettrodomestici, ai cuscinetti a sfere e fino a ceppi e radici di legno.
Ci si ritrova circondati da inquietanti creature meccanizzate o frutto di qualche sconosciuta linea evolutiva, astronavi, strani mostri, personaggi da "cartoon" ed oggetti della quotidianità ricreati con un suggestivo senso del "design", e buona parte di questi sono pensati per un utilizzo pratico, e dotati di parti in movimento e luci e in qualche caso perfino di accessori...Lionello, l'ospite/artista è un personaggio "sui generis", un po' gnomo maligno, un po' fricchettone, un po' orso, un po' istrione.
Ti accompagna e ti guida in questa visita, ti introduce alle sue fantasìe, all'idea che sta all'origine del suo lavoro, ai progetti che ha in corso ed agli sviluppi ancora da realizzare, alle persone con cui collabora e scambia idee.
Il tutto servito con l'entusiasmo e la passione di chi ha reinventato se stesso, oltre agli oggetti di ricupero che utilizza.
Ci salutiamo, alla fine della visita, come gli amici ormai ventennali che siamo, non prima di aver reso visita ai gatti che signorilmente dormono e ci ignorano.

Contatta l'Artista Lionello Matteucci "Lioma"

Puoi lasciare un messaggio a Lionello Matteucci "Lioma" utilizzando il modulo di contatto