Salvo Mario

Salvo Mario

Biografia di Mario Salvo

E’ stato vincitore di 3 concorsi europei – gara CEE con premio acquisto – indetti sulla Gazzetta Ufficiale ai sensi della legge 717/49.

Pubblicato nel settimo volume di “Quelli che contano” a cura di Ferdinando Anselmetti, edito dalla Marsilio Editore. Recensioni sulle più importanti riviste del settore tra le quali:

Quadri & Sculture – Ed. Smac
Segno & Colore – Ed. G. Mondadori
Flash Art Book – Trevi Museum – Art Diary National & International per le edizioni nazionali ed internazionali dal 1995 al 2000
ARTE – Ed. G. Mondadori
Art&Tra – Ed. SMAC
Art Leader (rivista d’arte)
Tecknemedia
A.M. Catalogo Arte Mondadori (inserito dal 1987 ad oggi)
Ha collaborato con le seguenti riviste di settore:
Art&Tra (rivista bimestrale) – articoli sull’arte;
Boè – promotore d’arte (rivista bimestrale) – curatore rubrica “Il Maestro risponde” e di articoli redazionali sulle correnti artistiche dall’800 in poi per il volume “Avanguardie Artistiche” e su importanti maestri del passato – dal numero 1 nel 2003 alla sua chiusura editoriale avvenuta nel dicembre 2011;
Punto d’Incontro – Bimestrale a cura di Mario Micozzi;
Partecipiamo… – Rivista d’arte ed artigianato.
Inserito nel catalogo “ARTE OGGI” edito dalla G. Mondadori – luglio 2009 e “CIO’ CHE L’ARTE NON DICE” anno 2011.

Riconoscimenti onorifici e step artistici di rilievo
2016
2° Premio Internazionale al Salon dé Bezier – Parigi – (galleria d’Arte dove nel 1920 espose le sue opere il celebre artista Pablo Picasso) – Targa e premio in danaro
2015
1° Premio Internazionale della Cultura – Effetto Arte – Palermo – Teatro Politeama – 8 Novembre
2012
Ostia Antica – Premio Ambiente 2012 – unitamente al Prof. Dr. Cantelmi Tonino luminare in Psichiatria – per il contributo di Art-Terapy attraverso l’Associazione Onlus ALETES di cui è Presidente e Docente dei Corsi d’Arte.
2011
Teano (CE) – Premio Ambiente 2011.
2010
Premio “PICASSO” alla carriera;
Stresa (Lago Maggiore) – Premio Ambiente 2010.
2008
Artista prescelto tra 1700 altri professionisti dalla Commissione cultura Italia-Lettonia a rappresentare l’Italia artistica in Lettonia nell’istituendo Museo Mondiale Mark Rotko per realizzare “en plain air” opere d’arte da inserire all’interno del Museo a Daugavilps, città natale del celeberrimo artista russo.
2007
Inserito nell’archivio bio-iconografico del Museo MAXXI di Roma;
2001
Inserito nell’Archivio di Consultazione Bio-Iconografica della Galleria Comunale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma.
2000
Inserito tra i maestri d’arte al mondo nel museo Boijmans Van Beuningen di Rotterdam – Olanda
1999
Inserito nell’Archivio di Consultazione Bio-Iconografica della Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma;
Titolo di “Ufficiale della Repubblica” per meriti artistico-culturali. Presidenza del Consiglio dei Ministri (Presidente Repubblica On. C. Azelio Ciampi; Presidente del Consiglio On. F. D’Alema)
1998
Pittore di Riferimento e Consultazione Contemporanea dello studio d’arte “ARTIS Recensio” – “Arte nelle antiche Dimore” – Verona
1997
Premio “Personalità Europea” – Protomoteca – Roma
1996
Inserito nell’Archivio Storico di Consultazione dell’Arte Moderna e Contemporanea del Museo delle Arti Palazzo Bandera –   Busto Arsizio (VA)
1990
Titolo di “Cavaliere della Repubblica” per merito artistico-culturale – Presidenza del Consiglio dei Ministri (Presidente Repubblica Sen. F. Cossiga; Presidente del Consiglio On. G. Andreotti);
1989
Premio “Oscar dei Giovani” – Palazzo Barberini
Invitato più volte all’estero tra i Maestri d’Arte:
Nizza (Francia), Rassegna Internazionale Parigi – Saint Germain le Corbeille;
Vasbj (Svezia) e Stoccolma Collettiva di Maestri d’Arte;
Rotterdam (Olanda) 1° Biennale Europea del piccolo formato
Triennale di Parigi – stand 29 ESOTAS;
Rassegna Europea dei Maestri d’Arte al Museo Boijmans Van Beuningen;
Los Angeles (USA) Collettiva di Maestri Internazionali;
Bruxelles – Maestri d’Arte Accademia Mediterranea;
Berlino (Germania) Infantellina Galery;
Parigi – Montparnasse – Rue des Artists Rassegna d’Arte Mondiale;
Roses (Spagna), Rassegna Maestri d’Arte europei;
Fukuoka (Giappone), Galleria KAZE – Rassegna Internazionale tra Italia/Venezuela/Giappone organizzato dall’Istituto di Cultura IACENE della Repubblica Bolivariana Esparta de Venezuela;
Bézier (Parigi), Aprile 2016 – Rassegna Internazionale dei Maestri d’Arte.
Insegna privatamente “spatologia stratigrafica” a numerosi artisti da diverse parti d’Italia. Attraverso associazioni culturali e con l’ALETES Onlus, di cui è Presidente Docente, effettua corsi d’arte a vari livelli nelle scuole statali dalla materna alle medie, privilegiando le fasce diversamente abili e socialmente deboli.

Progetti futuri

L’Artista, coinvolgendo organismi ed enti pubblici regionali, desidererebbe, assieme ad altri Maestri, ognuno nel suo specifico settore artistico, realizzare un’Accademia d’Arte “Libera”, ovvero uno spazio nel quale poter insegnare in modo gratuito, diffondendo tra i tantissimi giovani e meno giovani che desiderino apprendere seriamente l’arte e le sue filosofie, i segreti di tecniche e professioni artistiche le quali, diversamente, andrebbero a beneficio di pochi eletti.

Cenni sull’artista – Carriera professionale
Collaboratore Esperto d’Arte Rivista specializzata “BOÉ” – Palermo; “Premio Ambiente 2011” Teano; “Premio Ambiente 2012” Ostia Antica: “Premio Ambiente 2010” Stresa; Maestro d’Arte di riferimento ed esperto materico del Museo National Reìna Sofia Madrid (Spagna); Titolo di “Accademico d’Arte” – Accademia del III Millennio – Milano; Titolo di “Ufficiale della Repubblica” – Presidenza del Consiglio – meriti artistico culturali – Roma; Inserito nell’Archivio di Consultazione Bio-Iconografica della Galleria Nazionale d’Arte Moderna – Roma; Inserito nell’Archivio di Consultazione Bio-Iconografica della Galleria Comunale d’Arte Moderna e Contemporanea – Roma; Pittore di riferimento e consultazione contemporanea dello studio d’arte “Artis Recensio – Arte nelle antiche dimore” – Prof. Giulia Sillato, storico e docente d’arte – Verona; Premio “Personalità Europea” – Protomoteca (Campidoglio) – Roma; Inserito nell’Archivio Storico di Consultazione dell’Arte Moderna e Contemporanea del Museo delle Arti Palazzo Bandera – Busto Arsizio (VA) -; Titolo di “Cavaliere della Repubblica” per merito artistico-culturale –Presidenza del Consiglio dei Ministri – Roma; Premio “Oscar dei Giovani” – Centro Europeo per il Turismo, Sport, Cultura e Spettacolo – Roma; Presidente di Giuria al 7° Premio Arte EUREKA in Roma, Caffè Letterario.

Articoli e recensioni su quotidiani e periodici
Il Tempo, La Repubblica, Il Messaggero, il Secolo XIX, Libero (Nazionale e Milano Prov.), Il Giornale, Corriere di Viterbo, Corriere di Roma, Gazzettino di Lecce, Corriere Laziale, Corriere della Sera, Il Secolo di Italia, Il Resto del Carlino, Porta Portese, Panorama Tirreno, La Stampa, L’Unità, Acquapendente News.

Riviste di settore
A.G.E.S. Agenzia Giornalistica Editoria e Stampa, Le Due Culture, Scegli Roma, La Sila, La Sponda, Arte Oggi – Mondadori, Artisti Contemporanei, ARS Uomo, Roma Duemila, CIAS – Amici Scuola Club UNESCO, Image, Informazione Europea, Segno e Colore “Rassegna Premio Arte 1992” Ed.G. Mondadori & C.,catalogo A.C.C.A. ed. 1993, 1995, Primo Piano, TREVI ART Catalogo, Dizionario degli Artisti Contemporanei – Ed. 1995, La Nostra Lira, Quadri & Sculture – Ed. S.M.A.C., Arte Mondadori, ART Diary International (dal 1998 al 2003), ART Diary National (dal 1997 al 2002), Boè – Centro Diffusione Arte Palermo – Staff di Redazione dal 2001 al 2008 come Esperto d’Arte,  Curatore della Rubrica “Il Maestro Risponde” e di articoli d’arte su grandi artisti e su correnti dell’Arte mondiale,  “ARTE Oggi” 2009/2010/2011 – G. Mondadori, “Il Metaformismo” Ed. G. Mondadori 2011/2012; CAM Catalogo Arte Mondadori – presente in numerose edizioni e costantemente inserito dal 2004; Red Magazine BO; Punto d’Incontro; Ars Key – Teknemedia.

Interviste e notizie radiotelevisive
RAI 1, TG2, GR2, TG3 – RAI Regione, Telemontecarlo, G.B.R, Antenne 2 Parigi, TGA, Rete Oro, T.V.A. Notizie Flash, Teletevere – Pianeta Sport/Poltronissima, SKY ch.875, Telestudio – Incontri romani ed Expo, Tele Incontro, Tele Globo, T.V.T. Televiterbo, Tele Elefante, Tele Vita, Tele Salute, Canal 1 TLV  TG Daugvilps (Lettonia/LATVIA), Tele Donna, Tele Ambiente. You Tube.

Alcune critiche
Ferdinando Anselmetti, Francesco Rocco Arena, Antonio Avenoso, Anny Baldissera, Nicolina Bianchi, Michele Buonatesta (Il Tempo), Ennio Calabria, Giordana Canti, Calogero Cordaro (Red Magazine – Art Metrò Gallery Bologna), Silvia Catone, Renato Civello (Il Messaggero), Mario Conti, Antonio De Marco (A.G.E.S. Associazione Giornalistica Editoria e Stampa), Andrea Di Pré (MI – ch. 875 SKY), Enzo Fabiani, Mara Ferloni, Giuseppe Giannantonio, Italo Guarnera (Art Dossier), Augusto Giordano (GR2), Giampiero Linardi, Dino Marasà (OverART), Mario Micozzi, Carlo Motta (Arte Mondadori), Maria Teresa Palitta (Il Corriere Laziale), Gaetano Pampallona, Angelo Panerai (Quadri & Sculture), Giuseppe Piccolo, Annamaria Pietrangeli, Vito Riviello (TG1/2 – La Repubblica), Antonio Saluzzi, Enzo Santese (G. Mondadori), Giuseppe Selvaggi, Giulia Sillato (Arte nelle Antiche Dimore/Il Metaformismo cat. Mazzotta Editore).
 
In viaggio con l'Artista - Mario Salvo di Roberto CASTELLUCCI
Ore 7.00 di venerdì 11 ottobre 2019 – Stazione Termini.
Mi accoglie con un sorriso sincero, quasi da fanciullo, Mario Salvo, il Maestro Mario Salvo, uno dei più grandi esperti nell’uso della spatola a livello nazionale e internazionale. La stazione è già caotica, pur se i viaggiatori hanno spesso facce insonnolite e danno l’idea di brancolare in cerca di un caffè. La sciarpa rosa come unico vezzo, una giacca primaverile e un pantalone attillato contribuiscono a darmi l’idea di incontrare un personaggio giovane e dinamico, con una grande forza espressiva e pieno di risorse.
Ci riservano due posti allineati vicino al finestrino, che ci offrirà, quasi fossimo davanti a un documentario televisivo, spunti geografici per parlare della vita artistica del Maestro. Veloci attraversiamo la Stazione Tiburtina. Seguiranno Firenze, Bologna, Reggio Emilia, Rogoredo e Milano.
E’ emozionato Mario. L’evento verso il quale siamo diretti è il quarto step artistico di una carriera densa di successi e onori non solo nazionali ma anche internazionali. Come risponderà Milano alle sue provocazioni? In fondo non sono provocazioni perché, come posso oggettivamente testimoniare, le sue opere sono veramente una sintesi dell’impegno profuso nell’arte e possono riscuotere il successo che meritano da un pubblico trasversale. Ma avremo modo di parlare anche di questo…
“Cromosintesi”, non a caso, individua questo periodo. I colori che caratterizzano le opere del Maestro sono gli stessi che Mario porta con sé, nella sua vita quotidiana così come anche nel suo passato e nel suo futuro. Il suo colore preferito? Non glielo chiedo perché è evidente e indossa, tra l’altro, sempre un capo color rosa. Ma andiamo per ordine.
Il treno, il suo treno professionale, è partito dal post impressionismo moderno, esperienza che gli consente di giocare con i colori, con la distanza necessaria all’artista per dipingere e all’osservatore per capire. Un addetto di Italo passa con il carrello offrendo bevande e un dolcetto, al quale il Maestro non si sottrae. L’occasione ci porta al suo passato di cuoco, quando viveva a Gaeta e per mantenersi agli studi in modo autonomo lavorava con ottimi risultati presso un ristorante del posto. La passione per i dolci sarà un piacevole argomento anche dei nostri prossimi pasti a Milano…
La seconda stazione, continuando la similitudine tra il viaggio intrapreso e quello figurato della sua vita artistica, è quella del periodo “Impasti cromatici”: la consistenza dei colori è molto importante, consentendo di cogliere la terza dimensione. La terza dimensione è anche l’esperienza della vita, della maturità che gli consente di trasporre sulla tela le sensazioni acquisite nella realtà. Ma ecco che arriva una telefonata, Mario si apparta e assume un’espressione dolce, quasi romantica, pur disturbata dal classico rumore ritmico dell’incedere del treno. La persona dall’altra parte del telefono lo rilassa, togliendogli una parte di responsabilità per la prestazione che lo attende a Milano.
“Stratigrafie materiche”, la dimensione si arricchisce. La spatola, un’arma che gli ha consentito sin da ragazzo di ricevere consensi e riconoscimenti in ogni consesso, riesce a creare magiche visioni sovrapponendo cromie a cromie, sensazioni a sensazioni, suoni a suoni. E già, perché come mi dimostrerà fra qualche ora, la spatola “suona” se usata magistralmente. Ma, ecco, siamo arrivati a Milano! Il tempo di scendere e un taxi ci conduce alla struttura che ci ospiterà per il breve soggiorno, una sorpresa: il Museo Emilio Tadini.
Pernotteremo in un grande appartamento, posto all’attico di un antico palazzo milanese, in cui si respira non solo arte pittorica per le numerose opere del grande artista del ‘900 che impreziosiscono le pareti, ma anche cultura, quella dei libri, dei disegni, dei cataloghi, delle suppellettili da lui create, dalle decorazioni che spuntano da ogni dove. Al piano terra il Museo che nasce da un’antica tipografia di famiglia con le vecchie macchine e i vecchi manifesti, dal Futurismo al Fascismo ai giorni più recenti.
Non c’è molto tempo per soffermarci, la Galleria Art Luxury ci aspetta per il vernissage della mostra di Mario Salvo e per una sorpresa…
In via Sottocorno, la Galleria si presenta piccola all’ingresso ma all’interno sembra di assistere a un’esplosione di colori che ti pervadono piacevolmente, e ti lasci volentieri pervadere, garantendoti l’imbarazzo di scegliere quale delle 40 opere sia la più bella…
Sono le 18.00 e i milanesi, puntuali anche per vicinanza svizzera, affluiscono numerosi. Più che una presentazione è un dibattito, nel quale il pubblico vuole sapere tutto del Maestro. Pervengono pure domande dottrinali, alle risposte delle quali Salvo certo non si sottrae, cosicché la parola “sintesi” assuma il pieno, vero significato filosofico, quello di valore aggiunto, di elemento che va oltre ciò che sembra per realizzare un pensiero metafisico.
Ed ecco che Raffaella Matrone, titolare della Luxury Art, ci avverte che è pronta la cattedra per l’esibizione del Maestro! In un’atmosfera emozionante Mario Salvo distribuisce i colori acrilici su tavolette di legno, dando loro anima e a noi pubblico una dimostrazione estemporanea di come usare magistralmente la spatola. In pochi minuti si concentrano sul legno strati, addensamenti, linee astratte, figure che richiamano la realtà, oggetti, sfumature e soprattutto…colori! Il colore è il vero protagonista dell’opera e ci lasciamo cullare dalla melodia della spatola che scorre facile tra le mani di Salvo. Resta, del vernissage milanese, il sapore dei colori di Mario, fresco, romantico, moderno, melanconico, gioioso, profondo…
La serata si conclude trionfalmente in un ristorante…napoletano, Cicciopizza, dove Mario, con grande meraviglia degli astanti, dialoga da pari con il provetto chef sull’arte della cucina. I sapori si mescolano ai profumi, ma anche all’arte e alle parole di cui un buon vinello campano favorisce lo scorrere. Panta rei…
 


Contatta l'Artista Mario Salvo

Puoi lasciare un messaggio a Mario Salvo utilizzando il modulo di contatto
Sito Web: http://www.mariosalvo.it/